Ricorso del personale della scuola avverso la ritenuta del 2,5%

FEDERAZIONE GILDA – UNAMS

Ricorso per il personale della Scuola Statale (docente ed ATA) dinanzi al Tribunale di Brindisi, sezione lavoro, avverso l’illegittima ritenuta del 2,5% sulla retribuzione.

Finalità del ricorso :restituzione della quota del 2,5% indebitamente trattenuta sulla retribuzione ai fini della costituzione del TFR.

Possono aderire al ricorso :

  • Docenti e ATA assunti a tempo indeterminato dopo il 31 dicembre 2000;
  • Docenti e ATA assunti a tempo determinato dal 30 maggio 2000 (dall’entrata in vigore del D.P.C.M. 20.12.1999);
  • Docenti e ATA assunti a tempo indeterminato prima del 31 dicembre 2000 e che hanno aderito a Fondi di previdenza integrativa (Fondo Espero) o complementari;

Si ricorda che nel regime TFR ogni onere è a carico del datore di lavoro quindi la trattenuta del 2,5% sullo stipendio (dai 30 ai 50 euro circa al mese per persona) non è dovuta dal lavoratore. La ritenuta è operativa dal 1 gennaio 2011 e per il suo recupero si può tornare indietro (da oggi) al massimo di un decennio; per conoscere la quota complessiva oggetto della vertenza è sufficiente moltiplicare per le mensilità richieste (cioè 13 per ogni anno) il valore “importo” che si trova nella seconda pagina del cedolino, sezione “Ritenute”, voce “TFR art. 1 c.3 DPCM 20/12/99”


DOCUMENTI NECESSARI PER ADERIRE AL RICORSO e MODALITA’ DI PRESENTAZIONE

-copia contratto/i di assunzione a T.I. o T.D.;

-fotocopia della Carta d’Identità e del Codice Fiscale;

-fotocopia della ricevuta di iscrizione con delega al sindacato Gilda degli Insegnanti (è possibile iscriversi in sede di consegna della documentazione) o ultimo cedolino stipendiale attestante l’iscrizione;

-scheda dati anagrafici e fiscali;

-un cedolino per ogni anno dello stipendio;

-conteggio già effettuato dal ricorrente dell’importo da rimborsare (vedi foglio modalità di calcolo allegato qui di seguito)

-quota di adesione alla vertenza: 110 euro.

Tale documentazione deve essere consegnata personalmente nelle sedi e nei giorni di seguito indicati, previo appuntamento telefonico:

Sede Sindacale di Francavilla Fontana (BR) – Cell. 3922418672 – 3471268798 , Via Barbaro Forleo, n. 62, Lunedì ore 17,00-19,00;

Sede Sindacale di Mesagne (BR)- Tel. 0831/1987056 – Cell. 3471268798 – Piazza Riglietta, n.8, Mercoledì ore 17,00 – 19,00;

Sede Sindacale di Ceglie Messapica (BR) – 0831/1987950- Cell. 3348753542,Via Mameli,n. 29, Martedì ore 17,00 – 19,00;

Sede Patronato FGU di Francavilla Fontana (BR)- Cell. 3922418672 – 3471268798 – -Via Settembrini, n.5, Giovedì ore 17,00 – 19,00;

Studio Legale Avv. Consiglia Mita, Cell. 3475762689,Brindisi, Piazza Santa Teresa, n.3, Lunedì ore 17,00 – 19,00;

Studio Legale Avv. Stefania Palazzo, Cell.3474748979,Ostuni (BR), Viale Aldo Moro, n.30, Venerdì ore 17,00 – 19,00.


MODALITA’ di CALCOLO della TRATTENUTA del 2,5%

Modalità di calcolo : la ritenuta è operativa dal 1 gennaio 2011 e per il suo recupero si può

tornare indietro (da oggi) al massimo di un DECENNIO;

per conoscere la quota complessiva oggetto della vertenza è sufficiente moltiplicare per le mensilità richieste ( cioè13 per ogni anno) il valore “importo” che si trova nella seconda pagina del cedolino, sezione “Ritenute”, PREVIDENZIALI, voce “TFR art. 1 c.3 DPCM 20/12/99”.

Esempio da cedolino stipendiale:

Ritenute

PREVIDENZIALI Imponibile Aliquota Importo

FONDO CREDITO 2.023,89 0,350 su 100 7,08

TFR art.1 c.3 DPCM 20/12/1999 1.859,89 2,500 su 80 37,20

INPDAP 2.023,89 8,800 su 100 178,09

Totale ritenute previdenziali

Esempio di calcolo: € 37,20,67 x 13 x n° anni (massimo 10 anni)

SEGRETERIA PROVINCIALE FGU

Guido LUPO